Potenzialità e prospettive della cooking therapy

Potenzialità e prospettive della cooking therapy

Venerdì 19 ottobre, h 10:30 in Sala delle Polveri
LO SGUARDO DI IPPOCRATE
Potenzialità e prospettive della cooking therapy
Con Antonio Cerasa, Marco Ferrazzoli e Luca Santini

In collaborazione con FIC e Alce Nero

La cucina, intesa sia come attività che come spazio elettivo della nostra quotidianità, evoca immagini e concetti ricorrenti, quali alimentazione, lavoro, tradizione, cultura e addirittura spettacolo, grazie alla grande esposizione mediatica dei cuochi, divenuti vere e proprie star contemporanee del piccolo schermo. Nel corso degli ultimi anni un nuovo termine si è andato ad aggiungere a quelli elencati, ed è quello di “cura”. La preparazione del cibo, infatti, non rappresenta solo una fase della nutrizione, ma una più complessa serie di abilità che possono aiutare l’essere umano a viver meglio. Per questo motivo, la psicologia e le neuroscienze si sono interessate a questo settore dimostrando che le abilità acquisite nella lavorazione strutturata di una serie di pietanze ha una forte efficacia nel trattamento dei deficit motori, cognitivi ed emotivi. L’incontro, organizzato in collaborazione con la Federazione Italiana Cuochi (FIC) e la cooperativa “lavoriamo insieme”, affronterà tali tematiche, illustrando le ricerche svolte in questo campo e offrendo al pubblico una dimostrazione pratica attraverso un cooking show.

Interverranno studenti e docenti dell’Istituto Alberghiero “Einstein – Nebbia” di Loreto:

  • Leonardo Mei, vive a Loreto dove frequenta l’ultimo anno dell’Istituto Alberghiero. Attento a ogni particolare del mondo che lo circonda, è sensibilissimo al fascino dei colori, delle luci, dei profumi e della natura. Bravissimo in matematica, nell’analisi grammaticale e nell’analisi logica, è anche curioso della storia. È un campione di nuoto, si allena regolarmente  durante tutto l’anno e i frutti del suo impegno lo hanno portato spesso a vincere  competizioni nazionali. Fra le sue passio ci sono le penne, i quaderni, la batteria e la pizza senza glutine e senza lattosio.
  • Lucia frequenta l’ultimo anno dell’Istituto Alberghiero “Antonio Nebbia” di Loreto, nata a Cosenza si è trasferita con la famiglia ad Osimo dove viene seguita dalla Lega del Filo d’oro. Dal carattere molto determinato afferma sempre con grande decisione e lucidità il suo punto di vista. Ha due grandi passioni: la pasticceria e la letteratura. Lettrice vorace è particolarmente interessata ad approfondire le storie che riguardano la Shoah. Il suo libro preferito è il “Diario Anna Frank”ed il suo sogno è visitare la sua casa ad Amsterdam e poter andare ad Auschwitz. Lo scorso aprile, in occasione della giornata dedicata alla disabilità, Lucia ha letto una sua poesia a Bruxelles al Parlamento europeo.
  • Patrizia Massa docente di sostegno dell’Istituto Alberghiero di Loreto e socia fondatrice della cooperativa Lavoriamo Insieme che gestisce il Ristorante Zi Nene di Loreto  e si occupa di fare formazione e inserimenti lavorativi per persone con disabilità e svantaggi.
  • Francesco Rocchetti docente di sostegno dell’ Istituto Alberghiero di Loreto e docente di Psicologia Sociale presso l’Università di Macerata
  • Filippa Calafati docente di sostegno dell’Istituto Alberghiero di Loreto, responsabile del laboratorio InpraticaImparo settore cucina e socia volontaria della Cooperativa Lavoriamo Insieme
Iscriviti alla newsletter