Nietzsche. Cambiamento e metamorfosi

Nietzsche. Cambiamento e metamorfosi

Venerdì 19 ottobre, h. 15:30 in Magazzino Tabacchi
RITRATTI
Nietzsche. Cambiamento e metamorfosi
Con Susanna Mati

Tutta la filosofia di Nietzsche tende verso una figura di totale cambiamento e metamorfosi, che è quanto di più vicino ci sia nel suo pensiero a una resurrezione – intesa come nuova nascita – dell’uomo: la figura dell’oltreuomo o superuomo. Chi è questa figura? Come viene concepita da Nietzsche? Si tratta di uno sviluppo dell’uomo o di qualcosa di completamente diverso, che richiede un salto nell’estraneo? E Nietzsche crede davvero che un giorno possa esistere qualcosa di simile, o si tratta piuttosto di un’indicazione ideale, o addirittura di una sua creazione artistica, di una metafora? Sebbene, naturalmente, la resurrezione in senso propriamente religioso e escatologico rimanga completamente al di fuori del pensiero anticristiano di Nietzsche, il destino dell’esperimento “uomo” sta molto a cuore al filosofo e pare certo che, appunto, solo nell’oltreuomo l’uomo troverà eventualmente la propria liberazione e quella “conciliazione con la terra” che costituisce il proprio inveramento e il superamento di sé.

Iscriviti alla newsletter