Francesco Stoppa
Francesco Stoppa

Francesco Stoppa è analista membro della Scuola di psicoanalisi del Campo lacaniano, docente presso gli istituti di psicoterapia ICLeS e IRPA. Sul piano teorico e clinico si è in particolare interessato delle connessioni tra psicoanalisi e pratiche istituzionali. Ha operato in comunità terapeutiche e in progetti di sviluppo di comunità,; è supervisore presso servizi psichiatrici pubblici e del privato sociale in Lombardia, Friuli e Veneto.

Autore delle monografie: L’offerta al dio oscuro. Il secolo dell’olocausto e la psicoanalisi (FrancoAngeli, 2002), La prima curva dopo il Paradiso. Per una poetica del lavoro nelle istituzioni (Borla, 2006, 2007), La restituzione. Perché si è rotto il patto tra le generazioni (Feltrinelli, 2011), Istituire la vita. Come riconsegnare le istituzioni alla comunità (Vita e Pensiero, 2014) e La costola perduta. La risorse del femminile e la costruzione dell’umano (Vita e Pensiero 2017).

Ha curato il volume a più voci La rivoluzione dentro. Per i quarant'anni della legge 180 (Libreria al Segno editrice, 2018).

Autore di articoli sulle riviste “aut aut”, “Nuovi Argomenti”, “Psicoterapia e scienze umane”, “Fogli d’informazione”, “Il piccolo Hans”, “Le ipotesi”, “Freudiana”, “La psicoanalisi”, “Notes magico”, “Psichiatria generale e dell’età evolutiva”, “L’Ippogrifo”.

Sabato 19 ottobre 2019

LA CITTÀ DELLA SALUTE

LA SALUTE COME BENE COMUNE

Mario Colucci
Francesco Stoppa

In coll. con Regione Marche