Angelo Marotta
Angelo Marotta

Angelo Marotta, regista e documentarista. A fine anni 80 inizia a lavorare come assistente e operatore di ripresa per la televisione nell ambito delle news e dei reportage.

Come documentarista è anche impegnato nella documentazione antropologica ed etnografica su musica, feste, cultura materiale e identità locale in Calabria.

Appassionato da sempre di storia naturale, nel 1995 si trasferisce a Roma per lavorare con la Paneikon, società di produzione leader nell’ambito del documentario naturalistico italiano e internazionale.
Dal 2002 collabora come free lance con varie società di produzione nazionali ed internazionali, lavorando come direttore della fotografia, fonico, operatore e regista.
Tra i lavori che firma come regista:

  • Ricerca e progetto video per la campagna di comunicazione di Florintesa con Enea, Società Botanica Italiana e Forum Plinianum [VIDEO] (2017);
  • Ricerca e regia per campagna di comunicazione del Progetto Life + Caretta Calabria, con Legambiente Onlus [VIDEO] (2016);
  • Piccoli così film documentario. Co-prodotto con Valeria Adilardi e Road Television [VIDEO] (2015);
  • Attacco al cuore delle palme documentario Paneikon per Rai Superquark (2011);
  • Le Carriere del 19 documentario Paneikon per Rai3 (insieme a Grazia Barberini, 2007);
  • Sopra una nuvola documentario prodotto da GA&A per Rai3 (2006);
  • Pasquale Raffa documentario prodotto con Paneikon e il sostegno del programma Media (2005);
  • Le mille storie di una pianta documentario Paneikon e Med-Media per Rai3 (2005).

Domenica 20 ottobre 2019

LO SGUARDO DI IPPOCRATE

h. 14:45 | Sala delle Polveri

TRA IL POSSIBILE E L'IMPOSSIBILE. VIAGGIO NELLA NEONATOLOGIA ALL'OSPEDALE PEDIATRICO SALESI

Modera: Delia Moraschini

Maria Barbuto
Virgilio Carnielli
Angelo Marotta

In collaborazione con Jonas Ancona e Fondazione Salesi
SCOPRI DI PIÙ

Un viaggio nella neonatologia dell’Ospedale Salesi di Ancona, dove esiste un reparto di terapia intensiva dedicato ai pazienti più piccoli di tutti. Qui le cure mediche più avanzate consentono spesso di salvare vite appena affacciatesi al mondo e l’attenzione al discorso della psicologia accompagna mamme e papà in una partita spesso drammatica.