Alessandra Campo
Alessandra Campo

Alessandra Campo è assegnista di ricerca in filosofia teoretica presso l’Università degli studi dell’Aquila e membro del centro di filosofia e psicoanalisi “Après-coup” presso la stessa università.

Per diversi anni si è occupata dei rapporti tra filosofia e psicoanalisi, con particolare riguardo alle implicazioni metafisiche e cosmologiche della teoria freudiano-lacaniana (Bergson, Whitehead e Deleuze).

Più recentemente, le sue ricerche si sono consacrate allo studio della causalità metafisica in Kant e Spinoza e, nello specifico, alla presenza di alcune istanze caratteristiche della filosofia del secondo nella riflessione del primo.

È autrice di diversi saggi e collabora con Il Manifesto. Per la casa editrice Textus ha curato il volume “L’uno perverso. L’uno senza l’altro: una perversione?” (2018) ed è autrice della monografia “Tardività. Freud dopo Lacan” (Mimesis, 2018).

Venerdì 18 ottobre 2019

CONVERSAZIONI

h. 15.30 | Sala Boxe Omero

MITI E RITI DELL’ORIGINE.
FILOSOFIA, PSICOANALISI, ECONOMIA

Alessandra Campo
Elena De Silvestri
Enrico Redaelli

SCOPRI DI PIÙ

La vita, per Platone, nasce due volte. Nasce col Demiurgo e con Chora. Modi diversissimi di pensare l'origine della vita. Il primo la fa scaturire dal gesto di un sommo artigiano che dà forma alla materia. Il secondo la fa sorgere dalla materia e dal suo movimento inafferrabile. L'ultima parola di Platone non è per il Demiurgo ma per Chora, per la sua enigmatica, quasi folle erranza.