KUM! Festival

Promotori

Ancona si rimbocca le maniche e si mette al lavoro, grazie a un festival che è divenuto in pochi anni un riferimento nazionale.

Di ripartenza si parla molto, ma sarà decisiva la Cura che si dedicherà a questo concetto. Per questo, convocare alcune tra le maggiori menti e sensibilità del Paese in una città che sta vivendo un profondo cambiamento ed è attraversata da cantieri destinati a mutarne il volto, assume una valenza speciale.

Siamo gente di cantiere, se c'è un problema ci mettiamo al lavoro, non diamo per scontate le risposte e ci affidiamo a chi è in grado di far crescere noi e la nostra comunità. Siamo una città di porto, dove le persone si sono sempre incontrate, e allora dobbiamo essere i primi a chiederci come reinventarci e abbiamo il compito di mettere i frutti del nostro lavoro a disposizione di tutte e di tutti.

Il festival KUM! è il laboratorio del nostro domani e siamo orgogliosi di averlo accolto sin dalla nascita: alla fine di questi tre giorni, avremo più (e migliori) frecce al nostro arco.

Valeria Mancinelli
Sindaco di Ancona

La parola cantiere ha un etimo preciso: è il graticolo di legno sul quale si posano le navi in costruzione, o in restauro. Su questa anima, le persone si industriano nella costruzione, nella sperimentazione, nella reciproca comunicazione per rintracciare la migliore soluzione possibile nelle condizioni esistenti.

Per estensione, cantiere è il luogo dove si costruiscono le navi, e in generale le cose, e le case. L'edizione speciale pensata da Massimo Recalcati e sposata dalla città di Ancona, dunque, costruisce, inventa, crea le relazioni indispensabili tra saperi diversi, affinché tutto sia fatto con la massima Cura.

Il festival diventa il legno su cui abbiamo il compito di immaginare e rendere concreto un futuro, a partire da oggi.

Paolo Marasca
Assessore alla Cultura, Politiche Giovanili, Turismo
Tiziana Borini
Assessore alle Politiche Educative, Pubblica Istruzione
Emma Capogrossi
Assessore ai Servizi Sociali, Igiene e Sanità, Pari Opportunità, Politiche dell’Integrazione, Casa
ORGANIZZAZIONE
CON IL SOSTEGNO DI
ATTIVITÀ SUL TERRITORIO
CON IL PATROCINIO DI
SPONSOR

Umani Ronchi
ha scelto di sostenere le attività culturali della Mole Vanvitelliana, destinandole la sua donazione liberale come previsto da – Art Bonus – art. 1 Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

PARTNER SCIENTIFICI
PARTNER CULTURALI
SCUOLE PARTNER
PARTNER TECNICI
MEDIA PARTNER