KUM! Festival

Massimo Recalcati

Direttore Scientifico

Massimo Recalcati è uno degli psicoanalisti più noti in Italia. Insegna all’Università di Pavia e di Verona.

È fondatore di Jonas Onlus: centro di clinica psicoanalitica per i nuovi sintomi e Direttore Scientifico della Scuola di specializzazione in psicoterapia IRPA.

Tra le sue numerose pubblicazioni, tradotte in diverse lingue, ricordiamo: “L'uomo senza inconscio. Nuove forme della clinica psicoanalitica” (Raffaello Cortina 2010); “Jacques Lacan. Desiderio, godimento e soggettivazione” (Raffaello Cortina, Milano 2012); “Il complesso di Telemaco. Genitori e figli dopo il tramonto del padre” (Feltrinelli Editori, Milano 2013); “L'ora di lezione. Per un'erotica dell'insegnamento” (Einaudi, Torino 2014); “Jacques Lacan. La clinica psicoanalitica: struttura e soggetto” (Raffaello Cortina, Milano 2016); “A libro aperto. Una vita è i suoi libri” (Feltrinelli, Milano 2018); “La notte del Getsemani” (Einaudi, Torino 2019).

Dal 2014 dirige per Feltrinelli la Collana Eredi. Dal 2015 per Mimesis la collana Studi di Psicoanalisi. Collabora con diverse riviste specializzate italiane e internazionali e con le pagine culturali de La Repubblica.

Venerdì 18 ottobre 2019

VISIONI

h. 22:30 | Sala Boxe Omero

PSICOANALISI E TELEVISIONE. A PARTIRE DA LESSICO AMOROSO

Andrea Bellavita
Mariela Castrillejo
Simone Regazzoni

Con Massimo Recalcati
SCOPRI DI PIÙ

È possibile portare la psicoanalisi in tv tenendo incollati davanti allo schermo 500.000 telespettatori. Sembra un’impresa impossibile, ma è la scommessa vinta da Massimo Recalcati col suo Lessico amoroso. Un’opera sperimentale e popolare, in grado di raggiungere il pubblico di massa mantenendo il rigore del pensiero e la poeticità della parola. Un’opera che ha suscitato accesi dibattiti e reazioni contrastanti, che il volume Psicoanalisi e televisione, a cura di Mariela Castrillejo e Simone Regazzoni, approfondisce e rilancia.

Sabato 19 ottobre 2019

RITRATTI

h. 15:00 | Auditorium

JEAN-PAUL SARTRE. LA SCOPERTA DELL'ESISTENZA

Massimo Recalcati

SCOPRI DI PIÙ

Con il romanzo filosofico “La nausea”, Sartre si inoltra nel territorio dell’esistenza. L’esistenza è dappertutto ma non la si incontra mai. La nausea è l’esperienza attraverso la quale l’esistenza si svela nella sua più nuda e assoluta presenza. L’uomo della nausea è l’uomo della libertà? La vita è puro nonsenso o appello al senso?

Domanica 20 ottobre 2019

LECTIO

h. 18:30 | Auditorium

IL RIFIUTO DELLA VITA

Massimo Recalcati

SCOPRI DI PIÙ

L’esperienza melanconica mostra che la vita è dissociata dal senso. L’universo del melanconico è un universo morto. Non è sufficiente essere vivi per voler vivere. La melanconia ci insegna che la vita può essere oggetto di un rifiuto radicale. Ci insegna che la vita può essere un luogo dove l’aria è irrespirabile. Quali sono le ragioni di questo rifiuto? Qual è la verità profonda della melanconia?