KUM! Festival

Programma

Polygon_Blu.svg
VENERDÌ

18

OTTOBRE
h. 8:00 | Foyer
EVENTI SPECIALI

FLOW - L'UOMO VIATOR

Andrea Bellavite

In collaborazione con il format internazionale CreativeMornings
Evento gratuito su prenotazione
SCOPRI DI PIÙ

Perché l’Uomo è “viator”? Nomadi alla ricerca di nuovi pascoli, profughi lontani dalla guerra, pellegrini alla ricerca dell’assoluto, viandanti insoddisfatti della stanzialità, turisti dello spirito. Come nasce un “Cammino”? Quali storie racchiudono? Con Andrea Bellavite andremo alla scoperta delle implicazioni antropologiche del senso del camminare, guardando al suo lato spirituale, filosofico e politico.

h. 9:30 | Sala Boxe Omero
EVENTI SPECIALI

LA CITTÀ DELLA SALUTE

Mario Colucci
Francesco Stoppa

A cura della Regione Marche
Iniziativa valida per la formazione ECM
SCOPRI DI PIÙ

Curare bene richiede umanità, approfondita ricerca scientifica, tecnologie complesse, istituzioni affidabili, investimenti economici. Ci guidano in questo labirinto di visioni individuali e collettive due grandi professionisti della clinica e della sanità pubblica, oltre che psichiatri e psicoanalisti.

h. 10:00 | Sala delle Polveri
LO SGUARDO DI IPPOCRATE

IL BAMBINO CONTEMPORANEO E LA SOCIETÀ DELLE DIPENDENZE

Introduce: Francesca Principi

Uberto Zuccardi Merli

A cura di Jonas Ancona
In collaborazione con la rete territoriale di prevenzione per i giovani
Iniziativa valida per la formazione deli Assistenti sociali
SCOPRI DI PIÙ

Il bambino è una creatura dipendente dalle cure dei genitori. Questa condizione di dipendenza dovrebbe allentarsi con la crescita, ma la società contemporanea introduce nelle nostre vite oggetti che abbiamo sempre tra le mani, che generano una dipendenza fortissima, che non lasciano nessuno immune. La nostra è una società di bambini? Come si diventa grandi oggi?

h. 11:30 | Sala Boxe Omero
LETTURE

HERMAN MELVILLE. MOBY DICK

Gian Marco Luna
Letture a cura dei giovani attori di Accademia56

In collaborazione con CNR-ISMAR
SCOPRI DI PIÙ

Il nostro pianeta è un pianeta blu. È ricoperto per due terzi di acqua salata. Culla delle prime forme di vita, immenso campo di battaglia tra specie. Oggi l’antropocene ha inferto al pianeta blu ferite forse irreversibili. Il celebre romanzo di Melville, Moby Dick, è anche una metafora di questo drammatico intreccio tra la potenza della vita e la distruttività che la accompagna.

h. 11:30 | Sala delle Polveri
CONVERSAZIONI

QUARTIERI APERTI. COME E PERCHÉ RIMETTERE LE PERIFERIE AL CENTRO

Modera: Maria Laura Bergamaschi

Margherita Barocci
Giorgio Cingolani
Alessio Piancone
Rosita Volani

In collaborazione con Polo9 e Jonas Ancona
SCOPRI DI PIÙ

Come fare inclusione sociale in periferia? Come connettere luoghi dell’esclusione e luoghi della vita? Come combinare luoghi e pratiche sociali e sanitarie con luoghi e pratiche culturali? Come evitare di riprodurre il ghetto senza mettere in atto discutibili processi di gentrificazione? Sono le domande che animeranno questa conversazione curata da Jonas, Polo 9 e Olinda, in un confronto tra pratiche in atto nei quartieri e nei luoghi a rischio marginalizzazione.

INAUGURAZIONE

h. 12:00 | Auditorium
LECTIO

L'ORIGINE DELL'UMANO

Federico Leoni

SCOPRI DI PIÙ

Si è spesso insistito sull’eccezionalità della vita umana. L'uomo avrebbe congedato per sempre le traiettorie dei viventi non umani. Il linguaggio sarebbe stato il fattore decisivo di questa separazione. È tempo di interrogare tutto questo come il sintomo di un'intera cultura. E di ripensare l'origine della vita umana come ciò che annoda la vita umana a tutte quelle vite non umane che stanno intorno all'uomo e forse dentro l'uomo.

h. 15.00 | Auditorium
LECTIO

GENESI. IN PRINCIPIO ERA IL VUOTO

Guido Tonelli

SCOPRI DI PIÙ

In principio era il vuoto. Poi una lunga serie di catastrofi. A cominciare dalla strana metamorfosi di un primigenio stato di vuoto, trasformatosi in un meraviglioso universo materiale e in un sistema ordinato, persino rassicurante. Il grande racconto delle nostre origini è uno strumento indispensabile per lenire l’angoscia dell’esistenza e per affrontare le sfide del futuro.

h. 15.30 | Sala Boxe Omero
CONVERSAZIONI

MITI E RITI DELL’ORIGINE.
FILOSOFIA, PSICOANALISI, ECONOMIA

Alessandra Campo
Elena De Silvestri
Enrico Redaelli

SCOPRI DI PIÙ

La vita, per Platone, nasce due volte. Nasce col Demiurgo e con Chora. Modi diversissimi di pensare l'origine della vita. Il primo la fa scaturire dal gesto di un sommo artigiano che dà forma alla materia. Il secondo la fa sorgere dalla materia e dal suo movimento inafferrabile. L'ultima parola di Platone non è per il Demiurgo ma per Chora, per la sua enigmatica, quasi folle erranza.

h. 16.00 | Sala delle Polveri
DIALOGHI

L'ORIGINE DEL POTERE

Massimo De Carolis
Mauro Magatti

SCOPRI DI PIÙ

È propria dell’uomo un’eccentricità fondamentale. Le sue azioni segnano sempre un inizio, uno scarto rispetto alla realtà, un’aspirazione all’altrove. Per questo la potenza dell’azione umana innesca ogni sorta di tensioni, dislivelli, antagonismi. Le società moderne hanno imbrigliato quell’instabilità in un insieme di artifici istituzionali. Ma oggi si moltiplicano i segni di un cedimento strutturale di quella soluzione.

h. 16.30 | Auditorium
RITRATTI

LUCREZIO. CONTRO LA PAURA E L'IGNORANZA

Ivano Dionigi

SCOPRI DI PIÙ

Condannato dai Cristiani, vittima di una congiura del silenzio per tutto il Medio Evo, riscoperto in età umanistica, definito ora poeta maledetto e irrazionale, ora filosofo razionalista e premarxista: chi era veramente Lucrezio? Un apostolo della ragione, che ha stigmatizzato i ricatti dell’ignoranza e della paura e ha svelato infiniti mondi possibili, aprendo una strada che ritroviamo in Machiavelli, Leopardi, Einstein.

h. 17.30 | Libreria
PSICOLOGIA DA THÈ

PAROLE FULMINE. CHANDRA LIVIA CANDIANI, I BAMBINI, LA POESIA

Monica Carestia
con la collaborazione di Giuseppe Pitasi

Letture a cura dei giovani attori di Accademia56

SCOPRI DI PIÙ

La parola poetica è invenzione, evento che sorprende, che risveglia. Questo il potere della parola poetica, questa la potenza che dà origine a una vita. Lo mostra il lungo lavoro poetico di Chandra Livia Candiani nelle scuole della periferia milanese, svolto coi bambini migranti e rom che hanno perduto il proprio idioma. “La poesia, scrive, è la lingua di chi non sa parlare”.

h. 18.00 | Sala delle Polveri
LETTURE

ROLAND BARTHES. LA PREPARAZIONE DEL ROMANZO

Riccardo Panattoni
Letture a cura dei giovani attori di Accademia56

SCOPRI DI PIÙ

Vita nova si doveva intitolare il romanzo che Roland Barthes racconta di voler scrivere nel testo La preparazione al romanzo, che riporta i contenuti del suo ultimo corso universitario. In realtà si trattava per lui di prepararsi a trovare nella vita, in ogni suo frangente, il fantasma dell’origine, il punto d’insorgenza della sua novità.

h. 18.30 | Libreria
CONVERSAZIONI

L'INGOVERNABILE, RISURREZIONI. UNA CONVERSAZIONE SULLA COLLANA MELANGOLO/KUM!

Monica Carestia
Federico Leoni
Simone Regazzoni
Rocco Ronchi

SCOPRI DI PIÙ

La collana KUM! trascrive in presa diretta le voci e gli interventi più originali che di anno in anno sono stati presentati al Festival KUM! di Ancona. Ogni edizione del festival convoca filosofi, medici, scrittori, psicoanalisti, teologi, economisti, sociologi, invitandoli a riflettere sul tema della cura, dell’educazione, del governo della città e del futuro delle nostre società. In questa conversazione avremo modo di ascoltare le figure che più da vicino hanno dato vita alla collana e ai suoi primi volumi.

h. 19.30 | Foyer
APERIPSÌ

LA VITA HA UN'ORIGINE?

Elena Veri
Letture a cura dei giovani attori di Accademia56

SCOPRI DI PIÙ

La psicoanalisi intende il tema dell'origine come la sfida che l'umano si trova ad affrontare, la sfida di assumere la propria provenienza dal vuoto. In bilico tra la vita e la morte, tra il senso e il non senso, l'origine domanda al soggetto un atto vertiginoso che lo spinge al proprio superamento, all'ignoto e allo sconfinato.

h. 20.00 | Sale Vanvitelli
EVENTI SPECIALI

CENA IN ATELIER

Opere site specific attorno al tavolo imbandito: gli artisti in residenza si raccontano tra un bicchiere e una portata.

Prenotazioni al 335.6599295
h. 21.00 | Auditorium
DIALOGHI

LA FORZA DELLA PAROLA

Stefano Bartezzaghi
Ivano Dionigi

Iniziativa valida per la formazione dei Giornalisti
SCOPRI DI PIÙ

La parola, diceva Gorgia (V sec. a. C.), “è un sovrano potente che compie i più grandi miracoli: può spegnere la paura, eliminare la sofferenza, alimentare la gioia, accrescere la compassione”. Se “simbolica”, unisce, consola, salva; se “diabolica”, divide, affanna, uccide. Oggi la parola corre un duplice rischio: essere snaturata e ridotta a vocabolo; essere mandata in esilio dai padroni del linguaggio.

h. 22.30 | Sala Boxe Omero
VISIONI

PSICOANALISI E TELEVISIONE.
A PARTIRE DA LESSICO AMOROSO

Andrea Bellavita
Mariela Castrillejo
Simone Regazzoni

Con Massimo Recalcati
SCOPRI DI PIÙ

È possibile portare la psicoanalisi in tv tenendo incollati davanti allo schermo 500.000 telespettatori. Sembra un’impresa impossibile, ma è la scommessa vinta da Massimo Recalcati col suo Lessico amoroso. Un’opera sperimentale e popolare, in grado di raggiungere il pubblico di massa mantenendo il rigore del pensiero e la poeticità della parola. Un’opera che ha suscitato accesi dibattiti e reazioni contrastanti, che il volume Psicoanalisi e televisione, a cura di Mariela Castrillejo e Simone Regazzoni, approfondisce e rilancia.

KUM! Festival

Programma

Polygon_Blu.svg
SABATO

19

OTTOBRE
h. 10.00 | Sala delle Polveri
CONVERSAZIONI

DESIDERIO E GENERATIVITÀ.
IL PERCORSO CHE PORTA A DIVENTARE GENITORI

Monica Grigio
Tullia Penna
Natascia Ranieri

Iniziativa valida per la formazione degli Avvocati
SCOPRI DI PIÙ

Due psicoterapeute e una giurista conversano intorno al complesso percorso che conduce una coppia alla genitorialità, in un confronto complesso tra i fantasmi soggettivi, le leggi e le ideologie ogni società costruisce intorno alla filiazione, le difficoltà e le patologie che talvolta accompagnano la gravidanza, il momento del parto e la prima infanzia del nuovo nato.

h. 10.30 | Auditorium
DIALOGHI

IL BAMBINO DIFFICILE.
IPERATTIVITÀ E MALTRATTAMENTO

Aldo Becce
Uberto Zuccardi Merli

Iniziativa valida per la formazione dei Docenti
SCOPRI DI PIÙ

Il bambino difficile è una figura della contemporaneità. Lo attesta l’estensione epidemica dei disagi psicologici dell’infanzia. In essa si riflette l’intero Occidente con i suoi traumi e le sue speranze. Vorremmo che la vita di un bambino fosse serena, capace di incarnare il perfetto funzionamento dell’ideale. Invece si inceppa, si chiude, subisce abusi e violenze. Cosa fare per il bambino difficile e per chi lo circonda? Come ridare voce al silenzio dell’infanzia?

h. 11.00 | Sala Boxe Omero
DIALOGHI

LASCAUX. LA NASCITA DELL'ARTE

Federico Leoni
Rocco Ronchi

SCOPRI DI PIÙ

L'arte nasce nelle caverne. La sua origine è avvolta dalla luce tremolante delle fiaccole, forse da un’oscurità più necessaria di qualsiasi sguardo umano. Federico Leoni e Rocco Ronchi raccontano il grande libro di Georges Bataille, “Lascaux. La nascita dell'arte”, straordinaria rivisitazione di un tesoro di circa seimila immagini di uomini, animali e misteriosi esseri ibridi, creato dai nostri antenati ventimila anni fa.

h. 12.00 | Auditorium
LECTIO

NESSUNO NASCE SOLO

Silvia Vegetti Finzi

In collaborazione con Ordine Psicologi delle Marche
L'incontro sarà introdotto dai saluti del Presidente dell'Ordine Dott. Luca Pierucci.
Iniziativa valida per la formazione degli Psicologi
SCOPRI DI PIÙ

La nostra data di nascita è pura convenzione. Siamo già al mondo nove mesi prima, nel grembo della madre. A lungo l’importanza della fase prenatale è stata misconosciuta. Solo ora se ne coglie l’incidenza nella struttura della personalità. Anche l’esperienza del parto stenta a trovare la considerazione che merita, eppure si tratta della prima fondamentale relazione, del primo incontro, del primo bacio.

h. 12.30 | Sala Boxe Omero
DIALOGHI

L'ARTE SI PRENDE CURA,
PRENDERSI CURA DELL'ARTE

Aldo Grassini
Andrea Socrati

In collaborazione con Museo Omero
Iniziativa valida per la formazione dei Docenti
SCOPRI DI PIÙ

Prendersi cura dell’arte significa riconoscerle la capacità di trasmettere i migliori sentimenti dell’umanità. Significa consentirle di educare esteticamente l’uomo, permettendone a chiunque la conoscenza e il godimento. Significa ricavarne più intense forme del sentire e del vivere, scoprendo il valore dei sensi oltre la vista. L’arte si prende cura dell’uomo originando sempre nuovi punti di vista sul mondo e promuovendo una nuova concezione etica e sociale.

h. 15.00 | Auditorium
RITRATTI

JEAN-PAUL SARTRE. LA SCOPERTA DELL'ESISTENZA

Massimo Recalcati

SCOPRI DI PIÙ

Con il romanzo filosofico “La nausea”, Sartre si inoltra nel territorio dell’esistenza. L’esistenza è dappertutto ma non la si incontra mai. La nausea è l’esperienza attraverso la quale l’esistenza si svela nella sua più nuda e assoluta presenza. L’uomo della nausea è l’uomo della libertà? La vita è puro nonsenso o appello al senso?

h. 16.00 | Sala Boxe Omero
LO SGUARDO DI IPPOCRATE

LA VITA NONOSTANTE. BAMBINI E MALATTIE INGUARIBILI

Sergio Amarri
Giorgia Cannizzaro
Momcilo Jankovic
Giada Lonati

A cura di Fondazione Hospice MTC Seràgnoli e VIDAS
SCOPRI DI PIÙ

La cura ai malati inguaribili è una responsabilità fondamentale di ogni società civile. L’aumento dei casi di inguaribilità nei bambini e adolescenti richiama a un’assistenza multidisciplinare inclusa la dimensione sociale. Le Cure Palliative Pediatriche rispondono ai molteplici bisogni di minori e famiglie con un’organizzazione efficace di servizi specialistici di assistenza quali gli Hospice Pediatrici, a necessario completamento della rete domiciliare e ospedaliera.

h. 16.30 | Auditorium
LECTIO

L'ORIGINE DEL PENSIERO

Rocco Ronchi

SCOPRI DI PIÙ

Gilles Deleuze legge Marcel Proust e si chiede: che cosa ci fa pensare, che cosa ci fa ricordare, che cosa ci mette sulle tracce di noi stessi? Sono i segni, sono i traumi. Si comincia sempre con una ferita. Non la meraviglia genera il pensiero. La meraviglia è dotta, è una perla della cultura. A causare il pensiero è qualcosa di molto più primitivo. Ha la natura del colpo subìto.

h. 17.00 | Libreria
PSICOLOGIA DA THÈ

IMPALCATURE. IL LINGUAGGIO CHE SOSTIENE

Maria Laura Bergamaschi
Anna Toscano
Letture a cura dei giovani attori di Accademia56

SCOPRI DI PIÙ

Se si usa dire che l’identità è un puzzle fatto di pezzi imperfetti. Ci si dovrebbe chiedere che cosa sostiene questo puzzle, che cosa gli consente di interagire con altri puzzle. Sono impalcature fatte di linguaggio. Parole, frasi, sintassi, ecco l’ossatura che tiene in piedi un'esistenza. "La bilancia del linguaggio, scrive M. Mehr, dà senso e dà peso alle cose e agli incontri".

h. 17.30 | Sala delle Polveri
LECTIO

IN PRINCIPIO ERA IL RISO (NON SOLO IL VERBO)

Francesco Remotti

SCOPRI DI PIÙ

Sotto il profilo evolutivo, l’origine della vita umana risale a due grandi acquisizioni: l’abilità di camminare su due piedi e il linguaggio verbale. I miti di molte società ci inducono ad aggiungere un terzo fattore: il riso, con la sua forza creativa, la sua energia corrosiva, la sua capacità di formare gruppi e comunità (a pensarci bene, un valore estremamente importante dal punto di vista evolutivo).

h. 18.00 | Sala  Boxe Omero
DIALOGHI

LA VITA DI GIACOMO

Gianni Montieri
Francesco Scarabicchi

con Giorgio Sebastianelli
SCOPRI DI PIÙ

“Tutto il tempo del tempo non è niente,// età che si dissolvono, declini,// luci che vanno dov’è sempre sera,// anime abbandonate dalle cose,// sedili da Levante, tende, vele,// libri tradotti in polvere, missive.” Francesco Scarabicchi, L'ora felice, Roma, Donzelli, 2010.

h. 18.00 | Auditorium
RITRATTI

MARIA ZAMBRANO. CON SAPERE POETICO PER RESPIRARE LA VITA

Luigina Mortari

SCOPRI DI PIÙ

Entrare nella realtà. Sembra la cosa più facile, anzi la cosa che non sarebbe neppure necessario fare. Ma noi che abitiamo la terra come esseri che non sono di casa, la via per entrare in contatto con la realtà dobbiamo trovarla. Ci aiuta una ragione imenticata: la ragione poetica, materna. La ragione innamorata delle cose.

h. 19.00 | Auditorium
DIALOGHI

IL BAMBINO DELLA PSICOANALISI

Mariela Castrillejo
Uberto Zuccardi Merli

Iniziativa valida per la formazione dei Docenti
SCOPRI DI PIÙ

La nascita di un bambino non coincide con la nascita di un soggetto. Il soggetto nasce molto tempo dopo grazie all’incontro con l’altro. La clinica del bambino prematuro offre un accesso privilegiato alla fragilità di questa transizione. Pensiamo all’incontro del bambino con un mondo di macchinari indispensabili ma estranei a ogni possibilità di simbolizzazione. Lo stesso si può dire della clinica della prima infanzia, che documenta tutte le incertezze, le elusioni, i fallimenti nel rapporto con l’altro. Ne rileviamo le ricadute nel disgregarsi del discorso educativo contemporaneo, nell’uso di psicofarmaci in età precoce, nella presenza sempre più invadente delle tecnologie nell’ambito del gioco.

h. 19.30 | Foyer
APERIPSÌ

GRATITUDINE: MUORI E DIVIENI

Anna Stefi
Letture a cura dei giovani attori di Accademia56

SCOPRI DI PIÙ

Racconta Seneca che le Grazie siano tre e che danzino tenendosi per mano. Il beneficio, passando di mano in mano, ritorna al suo autore. Il cerchio delle Grazie è cerchio di gratitudine, ma è la Grazia Maggiore, che dona per prima, a mettere in moto il dono. Seneca, Goethe, Mariangela Gualtieri, Lou Andreas Salomé, Etty Hillesum ci accompagneranno nell’esplorazione di questa danza fatta di circolarità e asimmetria.

h. 21.00 | Sala Boxe Omero
CONVERSAZIONI

CREAZIONE, INVENZIONE, EVOLUZIONE

Mario Cucca
Telmo Pievani

SCOPRI DI PIÙ

Due figure d’eccezione si confrontano in un’intensa conversazione che attraverso paradigmi differenti avvicina domande fondamentali: come accade qualcosa di nuovo e di inedito? Che cosa ci dà da pensare il testo biblico attraverso l’immagine della Creazione? Come pensare l’evoluzione alla luce delle profonde revisioni del darwinismo contemporaneo?

h. 22.00 | Auditorium
LETTURE

HENRY DAVID THOREAU. ASCOLTARE GLI ALBERI

Stefano Mancuso
Letture a cura dei giovani attori di Accademia56

Con il particolare sostegno di Mobilità e Parcheggi
SCOPRI DI PIÙ

Thoreau mostra nei suoi scritti una straordinaria comprensione del mondo vegetale. Non solo sul piano poetico e filosofico, ma anche dal punto di vista propriamente scientifico. Le sue intuizioni sulla vita comunitaria degli alberi o sulle loro capacità di percezione precorrono le nostre ricerche più all’avanguardia.

KUM! Festival

Programma

Polygon_Blu.svg
DOMENICA

20

OTTOBRE
h. 10.00 | Auditorium
RITRATTI

CHARLES DARWIN. IL RIVOLUZIONARIO RILUTTANTE

Telmo Pievani

SCOPRI DI PIÙ

Nel 1836 un giovane geologo torna da un viaggio intorno alla terra durato cinque anni. È pieno di idee e di casse di reperti. Inizia un secondo viaggio, tutto mentale, che lo porterà a scoprire i meccanismi dell’evoluzione delle specie. Dopo tre anni di lavoro ha per le mani una teoria dirompente. Ma decide di metterla in un cassetto per vent’anni. Perché tanta attesa?

h. 10.30 | Sala Boxe Omero
CONVERSAZIONI

LA SCUOLA IN-VITA

Modera: Monica Carestia

Maddalena Boscaro
Roberta Furlani

A cura di Jonas Ancona, in collaborazione con IIS Podesti Calzecchi Onesti
Iniziativa valida per la formazione dei Docenti
SCOPRI DI PIÙ

Un incontro-dialogo con le scuole del Progetto Formazione Ambito 1, dove la posta in gioco è quella di una scuola in-vita. Ovvero una scuola che invita, che tende la mano, che fa posto nella porosità delle istituzioni e delle relazioni, ma anche una scuola che si mantiene viva, capace di intrecciare il sapere singolare dell’allievo e del maestro. Scuola che non rifiuta e non alza muri, ma accoglie differenze e genera desiderio.

h. 11.00 | Auditorium
DIALOGHI

SIAMO FATTI DI TERRA. QUANDO LA SALUTE DEL PIANETA E DELLE PERSONE SONO UNA COSA SOLA

Modera: Tommaso Perrone

Daniel Lumera
Stefano Mancuso

In collaborazione con Alce Nero
SCOPRI DI PIÙ

Per affrontare le sfide più delicate che abbiamo di fronte dobbiamo ritornare in armonia con la Terra che ci ospita. Ma per fare questo non basta prenderci cura dell’ambiente esterno. Dobbiamo prenderci cura anche del nostro ambiente interno. Della nostra mente, del nostro corpo, delle nostre emozioni.

h. 11.00 | Libreria
EVENTI SPECIALI

INCONTRI DI LETTURE, LETTURE DI INCONTRI

Letture a cura dei giovani attori di Accademia56

A cura dei Servizi Sociali del Comune di Ancona con le associazioni di famiglie affidatarie
SCOPRI DI PIÙ

Suggestioni dal mondo della narrativa: famiglie si conoscono, bambini si incontrano, storie si intrecciano generando emozioni, sentimenti, pensieri. In una parola, vita.

h. 11.30 | Sala delle Polveri
LETTURE

IL CANTICO DEI CANTICI. QUANDO L’AMORE PRO-VOCA LA VITA

Mario Cucca
Letture a cura dei giovani attori di Accademia56

SCOPRI DI PIÙ

Il Cantico dei cantici è l’espressione più intensa del testo biblico in tema di amore e sessualità. In questo testo di inconsueta bellezza il lettore non troverà una teoria dell’amore, ma il dialogo di due amanti che si parlano attraverso vere e proprie “vampate di linguaggio” (R. Barthes). Natura eversiva dell’amore, capace di risignificare l’intero universo simbolico a cui appartengono gli amanti.

EVENTO ANNULLATO
h. 12.30 | Sala Boxe Omero
RITRATTI

ANDRÉ GREEN. VITA E MORTE IN PSICOANALISI

Maurizio Balsamo

SCOPRI DI PIÙ

André Green è stato uno degli psicoanalisti più celebri della sua generazione. Ha pensato la psicoanalisi alla luce del presente, mettendo al centro della clinica non la nevrosi ma gli stati limite della vita psichica. Ha riflettuto sul ruolo del negativo, sulle pulsioni di distruzione, sull’enigma della morte. Ha cercato in ogni modo di riconquistare, su questo sfondo inaggirabile, un principio-speranza nella costruzione dell’umano.

h. 14.45 | Sala delle Polveri

LO SGUARDO DI IPPOCRATE

h. 14:45 | Sala delle Polveri

TRA IL POSSIBILE E L'IMPOSSIBILE. VIAGGIO NELLA NEONATOLOGIA ALL'OSPEDALE PEDIATRICO SALESI

Modera: Delia Moraschini

Maria Barbuto
Virgilio Carnielli
Angelo Marotta

Con la testimonianza di Michela Calderigi

 

In collaborazione con Jonas Ancona e Fondazione Salesi
SCOPRI DI PIÙ

Un viaggio nella neonatologia dell’Ospedale Salesi di Ancona, dove esiste un reparto di terapia intensiva dedicato ai pazienti più piccoli di tutti. Qui le cure mediche più avanzate consentono spesso di salvare vite appena affacciatesi al mondo e l’attenzione al discorso della psicologia accompagna mamme e papà in una partita spesso drammatica.

h. 15.00 | Auditorium
DIALOGHI

LA LUNGA CRISI E LA DIFFICILE RINASCITA OCCIDENTALE

Ernesto Burgio
Daniela Lucangeli

Iniziativa valida per la formazione dei Docenti
SCOPRI DI PIÙ

Nella storia collettiva e nella vita individuale ci sono momenti critici, momenti di morte e rinascita nei quali si coglie il mistero vertiginoso della storia e della vita. Ma la crisi nella quale ci troviamo oggi, iniziata tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, sembra protrarsi indefinitamente senza portare a una svolta e a un rinnovamento. Si tratta forse di un vero e proprio passaggio apocalittico, della fine del mondo o della fine di un mondo?

h. 15.30 | Sala Boxe Omero
CONVERSAZIONI

NUOVE FAMIGLIE, NUOVE FILIAZIONI

Giorgia Fracca
Mauro Grimoldi
Nicolò Terminio

Iniziativa valida per la formazione degli Avvocati
SCOPRI DI PIÙ

Ogni nuova vita che si affaccia al mondo incontra il discorso dell’Altro, cioè della coppia genitoriale, della famiglia via via più estesa, della società nel suo insieme. Così, ogni nuova vita si trova al crocevia tra ciò che i discorsi ne fanno e ciò che essa cercherà di fare di quei discorsi, per fare spazio alla propria irriducibile singolarità.

h. 16.00 | Libreria
EVENTI SPECIALI

LA NASCITA DI UN LIBRO

In coll. con IIS Cambi Serrani di Falconara Marittima
SCOPRI DI PIÙ

Cosa succede quando un gruppo di studenti dai 14 ai 18 anni si interroga sul senso della Vita attraverso la scrittura? Da un laboratorio sui mestieri dell’editoria nasce questo piccolo volume che raccoglie lo sguardo dei nostri ragazzi su un tema tanto complesso. Una breve silloge che attraversa generi letterari diversi, racconto, poesia, favoletta, pensieri sparsi. Non una scrittura scolastica, dunque ma un darsi in modo libero e creativo, per trovarsi.

h. 16.30 | Sala delle Polveri
LO SGUARDO DI IPPOCRATE

BIOS E ANTIBIOS

Modera: Maurizio Socci

Rossana Berardi
Michele Caporossi
Antonio Luccarini
Francesca Tilio

Con la partecipazione di Marcangola - Rete di Associazioni che operano in ambito oncologico marchigiano
SCOPRI DI PIÙ

Avere un figlio è il sogno di molti, ma a volte la vita non va come si vorrebbe: c’è chi si trova a dover affrontare una diagnosi oncologica durante la gravidanza, o con bimbi appena nati e chi invece si sottopone a trattamenti antitumorali che sono spesso causa di infertilità con il timore che la possibilità di diventare genitore rimanga soltanto un sogno confinato nel cassetto. Ne parlano i professionisti, i pazienti, le istituzioni, le associazioni.

h. 17.15 | Sala Boxe Omero
VISIONI

ALL’ORIGINE DI UNA NUOVA VITA: COSTRUZIONE DI MONDI NELLA FICTION TELEVISIVA CONTEMPORANEA

Andrea Bellavita

SCOPRI DI PIÙ

Il tratto più affascinante della fiction televisiva contemporanea è che trascende lo storytelling per approdare a forme sempre più articolate di worldbuilding. Non racconta storie, in altri termini, ma costruisce mondi. E lo spettatore non è un osservatore, ma diventa, nel senso più radicale, un testimone.

h. 17.30 | Libreria
PSICOLOGIA DA THÈ

NEL NOME DELLA MADRE

Sara Riccardi
Letture a cura dei giovani attori di Accademia56

SCOPRI DI PIÙ

Una riflessione psicoanalitica a partire dalla lettura di alcuni brani del libro di Erri De Luca “In nome della madre”. Diventare madre inaugura un tempo nuovo, disegna l’apertura inedita su un’altra vita. Non si tratta solo dell’alterità incarnata dal figlio, ma dell’alterità testimoniata dalla vita nuova di una donna divenuta madre.

h. 18.30 | Auditorium
LECTIO

IL RIFIUTO DELLA VITA

Massimo Recalcati

SCOPRI DI PIÙ

L’esperienza melanconica mostra che la vita è dissociata dal senso. L’universo del melanconico è un universo morto. Non è sufficiente essere vivi per voler vivere. La melanconia ci insegna che la vita può essere oggetto di un rifiuto radicale. Ci insegna che la vita può essere un luogo dove l’aria è irrespirabile. Quali sono le ragioni di questo rifiuto? Qual è la verità profonda della melanconia?

h. 19.00 | Sala delle Polveri
DIALOGHI

IL MITO DELL'ORIGINE, L'ORIGINE DEL MITO

Laura Faranda
Luigi Zoja

SCOPRI DI PIÙ

Il ripresentarsi di miti simili in epoche e culture diverse ci ricorda che essi attingono a un inconscio non solo personale ma collettivo tuttora operante nelle nostre società ipermoderne. Ne sono esempi sia i miti dell’origine sia i miti della vendetta e della distruzione, che hanno condotto a millenni di guerre e che oggi riemergono in forme sorprendentemente arcaiche nei fenomeni del fondamentalismo e del terrorismo.

h. 19.30 | Foyer
APERIPSÌ

L’ESPERIENZA DELLA NASCITA E IL SUO RITORNO NELL’INCONSCIO

Chiara Tartaglione
Letture a cura dei giovani attori di Accademia56

SCOPRI DI PIÙ

Nell’esperienza del primo respiro del bambino c’è l’incontro con l’aria come elemento asfissiante ed estraneo, agente di una prima profonda separazione dal corpo della madre. Separazione traumatica che ritorna nei sogni, nei sintomi e nelle altre formazioni dell’inconscio, come mostreranno con l’aiuto di Otto Rank, Donald Winnicott e Jacques Lacan.

h 21.00 | Sale Vanvitelli | Spazio RE-ST
EVENTI SPECIALI

CLOSING ACT 2019
OPENING 2020

Aperitivo, arte, musica e parole.