Un confronto interessante e pieno di spunti di riflessione su uno dei temi centrali di questi ultimi anni: la cucina vegetale.

Gli chef Simone Salvini e Pietro Leemann, con il moderatore Angelo Serri, sono partiti da un concetto fondamentale: il cibo deve essere, per chiunque, causa di piacere e motivo di soddisfazione e benessere; mai, cucinare o mangiare dovrebbe diventare generatore di ansia o paura.

Purtroppo, avvicinandoci proprio a questo tema, notiamo che durante l’ultimo anno di pandemia si è registrato un aumento drastico del numero di adolescenti (e non) vicini al fenomeno dei DCA (Disturbi del Comportamento Alimentare). Il senso di soffocamento che il Covid ha generato in chi non è stato capace di viverlo serenamente è confluito, per una grande parte dei casi, nell’insoddisfazione nei confronti del proprio corpo o la necessità di porre un limite a determinate abitudini ritenute errate. Eppure, probabilmente, ci dimentichiamo di quanto il cibo abbia influito sul senso di comunità creatosi nelle varie epoche storiche.

La tavola, da sempre, è luogo di unione: in particolare questo concetto viene sottolineato da Simone Salvini e Pietro Leemann, che raccontano come la cucina (in particolar modo quella vegetale) fosse riuscita a legare popoli e culture diverse. È quella che viene definita “alimentazione pacifica” l’esempio del corretto approccio al cibo e al momento della condivisione a tavola.

Il fattore alimentare è davvero importante nella società e, in modo specifico, nei confronti degli adolescenti: trasformare un momento di puro piacere dettato da una sensazione fisica in attimi di angoscia e pensieri negativi influenza in modo consistente le scelte dei giovani (o di chi ne soffre) e rischia di allontanare un’idea più che positiva dalla sua definizione.

Proprio per questo chef di ottime qualità e di grande animo come Simone Salvini e Pietro Leemann si adoperano nella loro passione: far si che ognuno possa sentirsi libero di scegliere in modo consapevole e mirato, amandosi e amando il cibo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

COSTRUIAMO LA KUMMUNITY

Resta in contatto con noi!


Subscribe

* indicates required



/

( mm / dd )