Alce Nero

Alce Nero è il marchio di agricoltori, apicoltori e trasformatori biologici impegnati dagli anni ’70 nel produrre cibi buoni, frutto di un’agricoltura che rispetta la terra e la sua fertilità. Più di 1.000 produttori in Italia, 14.000 nel mondo.

“C’è un parallelismo tra cibo, agricoltura e ambiente. Sono praticamente la stessa cosa. L’agricoltura industriale fa a meno dei contadini e, sempre di più, anche della terra. Il suolo viene impoverito e la biodiversità è minacciata dall’uccisione di insetti impollinatori come le api con l’uso di pesticidi come i neonicotinoidi.

I processi di raffinazione degli alimenti sono volti ad abbassarne il costo e prolungarne la conservazione: questi privano il cibo dei loro elementi nutrienti e vitali e negli anni hanno creato patologie che non esistevano prima dell’avvento dell’agricoltura industriale, ce lo testimonia anche il Dott. Berrino

La nostra visione è quella di un’agricoltura non solo biologica, per noi questa è la base, ma un’agricoltura che recuperi le forme antiche di alimenti ibridizzati e trasformati dall’industria e, allo stesso tempo, dia vita a varianti moderne che possano rispondere alle esigenze di oggi.
Un’alternativa alla coltura industriale che dimostri che è possibile lavorare la terra, tutelandola.

Quando abbiamo iniziato, il nostro impegno era tutto finalizzato all’esclusione delle chimica dai processi di coltivazione. Ci concentravamo sul suo abuso, nelle terra e nei prodotti. Questo accade anche ora, ma nel tempo, quando la nostra gamma di referenze è aumentata, e si è differenziata, abbiamo aggiunto l’assoluta attenzione agli ingredienti che sceglievamo: l’esclusione certamente di quello che il regolamento del biologico vieta, ma andando oltre ed escludendo ad esempio anche aromi, addensanti, pectina e olio di palma. Questo perché volevamo che il nostro prodotto fosse l’espressione della sua origine, non mascherata o camuffata. 

Ci siamo accorti poi che non bastava, che le modifiche degli ultimi 50 anni sui cibi  e le varietà colturali erano tali e tante che l’attenzione doveva ancora andare oltre: non “solo” gli aspetti nutrizionali (ingredienti e quindi anche bilanciamento tra proteine, carboidrati, sali e zuccheri..) ma la salute a tutto tondo, nella certezza che sia necessario ritrovare un equilibrio tra Uomo e Terra, sapendo che ciò che fa bene all’uno fa bene anche all’altro”.

Lucio Cavazzoni, Presidente di Alce Nero

Non perdere gli appuntamenti di KUM! realizzati in collaborazione con Alce Nero!
Psicologia da tè venerdì, sabato e domenica alle 17 nella libreria della Mole, due appuntamenti:

  • venerdì 19 ottobre alle 10:30 in Sala delle Polveri, Potenzialità e prospettive della cooking therapy con Antonio Cerasa, Marco Ferrazzoli e Luca Santini, in collaborazione con FIC;
  • sabato 20 ottobre alle 11:00 nel Magazzino Tabacchi, La terra che risorge, da Amatrice al Sud America. L’esperienza di Alce Nero. In collaborazione con Legambiente.

Inoltre Alce Nero è partner della ristorazione di KUM! Festival 2018, fornendo i prodotti per i piatti preparati dai ragazzi del Laboratorio InPraticaimparo dell’Istituto Alberghiero “Einstein-Nebbia” di Loreto, partner culturale del festival.

 

Iscriviti alla newsletter